Slot-machine, videolottery, scommesse: l’azzardo legalizzato che distrugge le famiglie deve essere frenato!

Il Movimento Slotmob Comitato di Cosenza giorno 6 giugno p.v. farà un altro passo avanti verso la provincia cosentina. Infatti, saremo al Bar del Lido Tamarix di Roseto Capo Spulico (CS), novella Bandiera Blu per il mare, a testimoniare e a “premiare” un’azienda, che, senza se e senza ma, dice no alle Slot-machine e all’azzardo legalizzato.
Alle 17:30 ci ritroveremo per consegnare il nostro contrassegno No-Slot al bar citato insieme a cittadini ed associazioni locali.
Saranno con noi, a testimoniare la vicinanza al movimento, Dario Brunori e Mirko Onofrio.
Basta con la febbre del gioco. L’appello accorato di un gruppo di cittadini e associazioni è legato al desiderio di neutralizzare il gioco d’azzardo. L’idea è di continuare quanto già realizzato a Cosenza, uno Slotmob contro il proliferare delle slot machine (380mila in tutta Italia). Scatole ingurgita-quattrini, apparentemente innocue, che in realtà diventano la prigione dei “nuovi poveri”. Il gioco d’azzardo, lungo lo Stivale, è la terza industria in quanto a incassi, che contribuisce a gonfiare il portafoglio dello Stato, dei gestori e degli esercenti che scelgono di dotare i propri locali delle famigerate macchinette. C’è anche chi dice “no”, rinunciando a introiti di migliaia di euro ma imboccando la strada corretta. Non mancano, infatti, anche i casi di proprietari di bar che scelgono di rimuovere le slot machine. L’organizzazione dello Slotmob è stata un’occasione di confronto tra gruppi di diversa natura, persone con età e ruoli differenti mirando all’unico scopo: creare un evento di socializzazione. Nel corso della serata verrà proiettato un video che ripercorre le tappe del consistente aumento del gioco d’azzardo in Italia, le conseguenze e i possibili “antidoti”.
Inoltre, sulla base del protocollo promosso dalla Prefettura di Cosenza, il Movimento Slotmob chiede l’istituzione di un tavolo di lavoro comune tra le amministrazioni comunali, finalizzato alla rapida redazione di un “Regolamento delle sale gioco e dei giochi leciti” che raccolga le migliori esperienze già attuate in Italia.

Movimento Slotmob (Comitato di Cosenza)
Movimento Slotmob (Comitato di Cosenza), composto da:
ACLI Cosenza; Dignità del Lavoro; Eccedenze Creative; Forum delle Associazioni Familiari; GIT di Banca Etica; Lega Consumatori; Movimento dei Focolari; Movimento Lavoratori Azione Cattolica; Otra Vez Equo Solidale; APS ResponsabItaly; Rotary Club Cosenza Nord; Sentiero Nonviolento; Sindacato delle Famiglie; Stella Cometa ONLUS; Verso la Mag delle Calabrie Cosenza, Auser Rende.

About the author: Giancarlo Vivone